Migrante ai suoi: “Venite in Italia, vi devono mantenere per legge”

Condividi!

VERIFICA LA NOTIZIA
È così che su uno dei gruppi denominati “Colombianos en Milan” (gruppo chiuso) nella nottata tra sabato e domenica è apparso un post nel quale tale “Gomez Gomez” scrive di avere tutto pronto per partire alla volta dell’Italia e chiede delucidazioni su come farsi curare gratis in Italia:

Tal Alejandro Diaz lo istruisce così: “Per chi non lo sa, la Costituzione italiana obbliga a curare le persone con problemi di salute inviandole direttamente negli ospedali. La salute è un diritto costituzionale e copre anche i casi degli irregolari; quindi costoro che necessitano di trattamento medico vengono curati negli ospedali e se ci sono spese da pagare se ne occupa il consolato. Una persona che è sotto cure mediche non può essere espulsa. Se poi dovessero esserci problemi puoi recarti in qualsiasi sindacato dove ti orienteranno e dove hanno a disposizione avvocati”.

Ci invadono con le nostre leggi. Fatte per epoche in cui le migrazioni non erano bibliche.

E’ evidente che serve una totale rivoluzione del sistema immigrazione. A partire dalla Costituzione, che era scritta in un’altra epoca per un’altra epoca. Garantire l’accoglienza, quando arrivano 100 persone l’anno è una bella cosa, se ne arrivano 100mila diventa una catastrofe. E non lo possiamo permettere.




Lascia un commento