Libia, la ‘guerra’ è già finita: forze filo-francesi si ritirano

Condividi!

Dopo giorni di combattimenti nella zona a sud di Tripoli, il consiglio presidenziale libico ha ordinato aòla Forza anti-terrorismo di Misurata, guidata dal generale Al Zein, di entrare nella capitale.

VERIFICA LA NOTIZIA

Nella notte, un primo convoglio di 300 veicoli, pick-up, cingolati e blindati, ha fatto il suo ingresso nella capitale, seguito da altri 300 qualche ora dopo.

Le truppe si sono insediate attorno all’aeroporto internazionale di Mitiga, 8 km ad Est dal centro di Tripoli, pronti a convergere verso sud.

Immediato il ripiegamento delle forze filo-francesi della Settima brigata di Tarhuna, che si sono ritirate dai sobborghi meridionali di Tripoli.

Il ripiegamento è avvenuto anche dinanzi all’incalzare delle Forze di deterrenza (Rada) che fanno capo al governo di accordo nazionale (Una) nella zona di al Khala e a Wadi al Rabia, sempre nella parte sud della capitale. Il mandato conferito alla forza anti-terrorismo è quello di «sorvegliare le zone di cessate il fuoco, il disimpegno a Sud di Tripoli, e procedere a una transizione di poteri per il controllo del territorio alle forze militari regolari entro il 30 settembre». Un mandato a tempo per riportare la legalità a Tripoli dopo la pericolosa escalation accelerata da «infiltrazioni di agenti della Cirenaica foraggiati da Francia ed Emirati», denunciano fonti di Tripoli.




Un pensiero su “Libia, la ‘guerra’ è già finita: forze filo-francesi si ritirano”

Lascia un commento