“Tornatene al tuo Paese”, giovani italiani picchiano mantenuto

Condividi!

Cresce l’insofferenza verso gli ospiti indesiderati in Italia. Un richiedente asilo presunto minorenne, da un anno in Italia e ospite a spese dei contribuenti di una comunità di seconda accoglienza per minorenni non accompagnati di Raffadali (Ag), è stato preso a calci e pugni.

VERIFICA LA NOTIZIA

Da mesi in zona si susseguono molestie alle ragazzine locali da parte di questi presunti minori e reazioni violente da parte dei ragazzi italiani. Finirà male.

I giovani gli hanno urlato contro “ritornatene nel tuo Paese”. Il che non sarebbe una cattiva idea, prima che sia troppo tardi.

Essere minorenni italiani in zone economicamente non floride come la Sicilia, e vedere che lo Stato usa i soldi dei contribuenti per mantenere tuoi presunti coetanei, spendendo circa 70 euro al giorno, ti fa incazzare. Soprattutto quando tu devi rinunciare ad un paio di scarpe di marca, e poi le vedi ai piedi del ‘profugo’.