Ricollocamenti, Ue se ne lava le mani: “Chiedete agli Stati”

Condividi!

“All’epoca ringraziammo i sei Stati che si fecero avanti per prendere un numero di migranti a bordo delle navi Protector e Monte Sperone. Ma per quanto riguarda l’organizzazione tra le autorità nazionali sul ricollocamento e sugli impegni presi, vi rimandiamo agli Stati per sapere a che punto sono del processo”. E’ la risposta pilatesca di Bruxelles a chi chiede di commentare le parole di Salvini e del premier Conte, secondo cui solo la Francia ha onorato gli impegni.




Lascia un commento