Boldrini torna dalle vacanze: “Salvini è spietato contro i migranti”

Condividi!

A Genova ancora la aspettano. La mamma di Pamela, non ne parliamo. Ma quando sente ‘odore’ di immigrato, lei scatta. Nessuno la può fermare.

VERIFICA LA NOTIZIA

E così, bella abbronzata di ritorno dalle Maldive o chissà da dove, si è fiondata per una foto a Catania, dove ha fatto ‘irruzione’ sulla Diciotti prima e dall’amico Parenzo su La7. Quello che rideva per Genova, ma piange per i migranti.

Dopo la foto, eccola: “Spero che almeno che le donne possano sbarcare. Sono 11. Mi rivolgo al ministro Salvini. Che usi buon senso e che per lo meno faccia sbarcare queste 11 donne che hanno bisogno di cure ed assistenza”. Quindi, dopo i 29 minorenni sulla Guardia Costiera, la Boldrini chiede che anche le donne possano scendere “soffrono di problemi anche ginecologici”. Ma non eravamo tutti uguali? E poi chi, i gay? I trans?

“Non si può sequestrare una nave non si può sequestrare un equipaggio, non si possono sequestrare naufraghi, questa è una cosa che è contro il nostro ordinamento, contro la nostra costituzione”. Se davvero fosse ‘incostituzionale’ trattenere dei clandestini, allora andrebbe cambiata la Costituzione. Non è così, ma va comunque cambiata lo stesso.

“Trovo tutto questo raccapricciante per un Paese come il nostro che è sempre stato rispettato per essere un Paese che sul diritto non è stato mai secondo a nessuno. Questo braccio di ferro e veramente miserabile, sulla pelle dei più vulnerabili. Ma che eroe è quello che si accanisce con i più deboli? Ma come ne esce? Come una persona spietata, confusa, che non sa come fare perché di fatto si è incartato da solo”.

Se lo dice lei. I suoi ‘vulnerabili’ sono quelli che affollano le strade per spacciare, sono quelli che fanno a pezzi Pamela: te la ricordi, Pamela, Boldrini?




Lascia un commento