Islamici esultano per crollo Genova? Sinistra dà la colpa ai troll russi!

Condividi!

Sono incommentabili, negano l’evidenza

VERIFICA LA NOTIZIA
Appena la notizia della strage di Genova è stata ripresa da Al Jazeera, gli utenti musulmani hanno iniziato ad intasare con commenti di esultanza la pagina facebook della testata:

Genova, islamici gioiscono: “Italiani puniti perché non vogliono moschee”

Ovviamente, non appena la notizia si è diffusa in Italia, in seguito alle polemiche, sono stati rimossi dai moderatori del canale satellitare qatariota.

Ma rimangono gli screenshot. Come questi:

Ma secondo un paio di giornali di sinistra e il bizzarro cazzaro al servizietto della Boldrini, non vi è stata alcuna esultanza: sono stati i russi!

Il titolo nega l’evidenza:

Poi si legge:

È stato messa in pratica, quindi, quella strategia che ogni team che gestisce un account di una testata o di un network mette in piedi: la rimozione dei commenti pesantemente offensivi fatti circolare in modo particolare dai cosiddetti troll, ovvero profili creati appositamente per alimentare l’odio sui social network come Facebook e Twitter. Il fenomeno è ben conosciuto e, tranne quando assume dimensioni di grande portata – si veda il caso del social shaming nei confronti di Sergio Mattarella, quando Giuseppe Conte ha rimesso il mandato da presidente del Consiglio una prima volta -, resta circoscritto e confinato in quello che può essere definito un bug della rete.

Non c’è stata un’offesa sistematica nei confronti delle vittime del crollo del ponte di Genova, né della reputazione dell’Italia. Tuttavia, realizzare un articolo in cui si fa un generico riferimento agli «islamici» fa parte di una strategia ben precisa che ispira, questa sì, all’odio.

Quindi è tutto un complotto. Troll italiani e russi in combutta avrebbero imparato l’arabo con una full immersion al Cremlino e poi sarebbero andati a commentare su Al Jazeera per “seminare odio”.

Delirio puro. Questo è complottismo della peggior specie. Se qualcuno scrive in arabo su un sito arabo, la cosa più ovvia è che sia un arabo. Invece no, è un troll russo.

E’ come il caso dei ‘300 troll russi che hanno offeso Mattarella’: credete non ci siano italiani incazzati con Mattarella?




Lascia un commento