Pd chiede ai propri iscritti di schedare gli utenti facebook

Condividi!

Il presidente del Pd, Matteo Orfini, vuole schedare gli italiani: una sorta di Stasi, con i suoi ‘spioni’ che segnalano

Ora davvero si è passato il segno – ha scritto su Facebook Orfini – non che mi aspettassi molto da loro, ma speravo che almeno di fronte alla morte e al dolore si fermassero. E invece no, lo schema è quello di sempre: Di Maio e Salvini aggrediscono il Pd con bugie e falsità e una potente macchina del fango si muove sui social. Pagine non ufficiali creano, amplificano, rilanciano notizie false e accuse violentissime”. ù

“Ora basta – continua l’amico di Buzzi – questa volta denunceremo tutto: dai leader che ci hanno accusato con falsità alle pagine e ai profili che hanno diffuso contenuti diffamatori. Segnaleremo ogni caso a seconda della gravità a facebook, all’agcom, alla polizia postale. Uno per uno. Ma abbiamo bisogno del vostro aiuto: segnalateci tutti gli abusi che trovate qui su Facebook, aiutateci a rendere ancor più capillare questo lavoro”.

E poi ha allegato un modulo da compilare per segnalare le presunte ‘bufale’ (chiedendo pure di inviare gli screenshot).

Ne abbiamo subito una:

Vi invitiamo a copiarla e inviarla nel modulo del PD. Tanto per prenderli per il culo. Come meritano.

La Lega difende la libertà su Internet minacciata dal delirio PD: “Matteo Orfini annuncia che il PD vuole assemblare un dossier sulle fake news lanciate dal Governo? – attacca Paolo Grimoldi – Probabilmente è una barzelletta oppure la sparata di un dirigente di un partito che in effetti hanno rottamato, perché più rottamato di così sarebbe impossibile. Orfini si è dimenticato che le fake news le hanno inventate loro, propinandole ogni sera agli italiani, quando raccontavano che accoglievamo profughi che scappavano dalle guerre quando il 90% dei nigeriani, senegalesi ecc arrivati in realtà sono clandestini, quando raccontavano che l’immigrazione non si poteva fermare mentre in due mesi questo Governo ha chiuso i porti e azzerato gli sbarchi, quando tiravano fuori barzellette come la ‘buona scuolà dove poi ci sono i soffitti che crollano sulla testa degli studenti. Renzi ha persino annunciato che avremmo conquistato Marte con la sonda Schiaparelli”.

“Per rinfrescargli la memoria – aggiunge Grimoldi – gli ricordiamo il suo virgolettato del 31 luglio, dove parlava di ‘emergenza razzistà e accusava ‘il governo semina odio ed è responsabile di questa escalation nel Paesè, mentre si riferiva all’aggressione subita a Moncalieri dall’atleta azzurra Daisy Osakue, un’altra fake news del PD visto che dietro quell’aggressione non c’era razzismo, ma solo stupità e inciviltà da parte peraltro del figlio di un loro esponente. Magari questa fake news Orfini se la ricorda meglio”.

Evidentemente non bastano più i cacciatori – finti – di bufale a libro paga del partito. E si passa alle segnalazioni di massa sullo stile ‘blogger dell’Unità’. Perché in verità, quelli del Pd sono tutti dei ‘passeggeri spia’ che corrono dalla mamma quando non hanno più argomenti.




Lascia un commento