Aquarius illegale si inventa i morti e accusa Salvini

Condividi!

Gibilterra (Regno Unito) ha ritirato la sua bandiera dalla nave Aquarius:

Aquarius ora è senza bandiera, nave illegale carica di clandestini

“La decisione equivale a una manovra politica volta a danneggiare il lavoro dell’Ong SOS Mediterranee”, che insieme a Medici Senza Frontiere (MSF) gestisce il traffico.

VERIFICA LA NOTIZIA

Lo hanno detto gli stessi esponenti dell’Ong della nave, che è attualmente alla ricerca di un porto per i 141 clandestini rubacchiati in acque territoriali libiche

“E’ probabile che chiederemo alle autorità tedesche di battere bandiera della Germania visto che la nave precedente era immatricolata e di proprietà tedesca. In ogni caso chiederemo bandiera ad un altro Paese e almeno fino al 20 agosto faremo ancora riferimento a Gibilterra”, ha detto invece il coordinatore dei soccorsi della nave Aquarius, Nicola Stalla.

Secondo questo Stalla “Continuando a premere l’acceleratore sui porti chiusi alle navi Ong, il ministro Salvini mette in pericolo centinaia di vite umane. A causa della politica del vicepremier e del governo, tra giugno e luglio si registrata un’impennata delle vittime: tra morti e dispersi 700 migranti hanno perso la vita durante vari naufragi nel Mediterraneo centrale”. E il rischio “che ci siano altri morti”.

In realtà i morti, dati ufficiali, si sono azzerati da quando Salvini ha chiuso i porti. Il che la dice lunga sulla credibilità delle ong:

Effetto Salvini: azzerati anche i morti in mare

Questi se ne fottono dei clandestini, per loro l’importante è traghettarli, ad ogni costo, in Europa. Sono attivisti politici al soldo di oscuri finanziatori e non soccorritori.




Lascia un commento