Spiagge sicure: maxi retata a caccia di abusivi, espulsioni

Condividi!

VERIFICA LA NOTIZIA
Maxi retata sulla spiaggia di Jesolo a San Lorenzo. Oltre cento uomini delle forze dell’ordine, tra polizia, carabinieri, guardia di finanza e polizia locale hanno rastrellato il litorale a caccia di immigrati clandestini e venditori abusivi. Il bilancio è di 26 immigrati trovati privi di documenti.

Tra questi, 15 sono stati espulsi dall’Italia: 5 tunisini, 2 marocchini, 1 ghanese, 1 algerino e 2 nigeriani sono stati trasferiti in aereo al Centro di permanenza per il rimpatrio di Bari. Una nigeriana è stata invece trasferita nel Cpr di Roma per sole donne e altri due indiani, irregolari, hanno ricevuto un decreto di espulsione e dovranno lasciare l’Italia entro sette giorni.

E’ evidente che il sistema non può funzionare così. Urgono centri di espulsione in tutta Italia e voli quotidiani. Ci vorranno mesi per mettere in atto un piano di espulsioni massicce.

Secondo noi Salvini, in attesa della creazione di un ICE italiano, deve creare un coordinamento a cui affidare tutta la filiera delle espulsioni, da affidare ad un militare che abbia esperienza di logistica. Non solo, deve istituire un numero telefonico e un App attraverso cui si possa denunciare in modo anonimo la presenza di clandestini in quartieri, condomini e luoghi di lavoro: vanno ‘terrorizzati’ perché si autoespellano.

Gli immigrati in Italia devono essere pochi e regolari.




Vox

Un pensiero su “Spiagge sicure: maxi retata a caccia di abusivi, espulsioni”

Lascia un commento