Noam Chomsky difende InfoWars contro Big Tech

Condividi!

In uno scambio di mail con l’inventore ed esperto di crittografia Louis Buff Parry, Noam Chomsky attacca la decisione di Big Tech di censurare Alex Jones e InfoWars dalle proprie piattaforme internet.

Chomsky, che è un liberal di sinistra contro le posizioni di Jones, ne difende il diritto ad esprimerle.

Parry stesso ha preso la stessa posizione nel difendere il diritto alla ‘libera espressione’.

Di fatto, quello che Big Tech sta facendo è un tentativo di ‘privatizzare internet’ agendo come un cartello, decidendo in collusione con la sinistra quello che può essere o non può essere detto: questo è illegale. E impone un intervento antitrust dei governi dove Facebook-Google-Apple operano. Italia compresa: la sovranità appartiene al popolo, non ad una cabala di miliardari allevati dalla Cia per raccogliere dati in modo volontario da miliardi di utenti che altrimenti mai li avrebbero ceduti.

Difendere chi ha le tue idee è semplice, grande è colui che difende il diritto di esprimere le idee che non condivide.




Lascia un commento