Pd regala moschea agli islamici, Salvini blocca tutto

Condividi!

A Bologna la nuova moschea ai musulmani la regala il PD, con i soldi dei contribuenti.
Infatti, il sindaco regala – senza virgolette – un immobile ad una associazione islamica alla quale aveva già accordato uno sconto di oltre il 91 per cento sul canone di affitto.

Nei giorni scorsi la Giunta del comune governato dal Pd ha approvavo una delibera per cedere alla comunità musulmana bolognese la zona dove già oggi sorge il centro culturale islamico, moschea abusiva.

Il diritto di superficie durerà 99 anni. E in cambio il Comune otterrà dall’Ente Gestione Beni islamici d’Italia (con sede a Segrate…) un’area verde nei dintorni del capoluogo emiliano. La permuta sarà alla pari: 305mila euro contro 305mila euro. Non un euro di più. Peccato che l’area ceduta dai musulmani sia utilizzabile solo come parco o giardino e per nient’altro (per ora), visto che “Il Poc non attribuisce diritti edificatori” alla zona. Un immobile contro un pezzo di terra.

Nella delibera è compresa anche la possibilità di “edificabilità ulteriore”. La normativa infatti “prevede la possibilità, a fronte di documentata esigenza e nel rispetto delle prestazioni richieste” di fare “interventi di nuova costruzione per volume totale non superiore a 7.000 metri cubi una tantum”.

Se un giorno vorranno fare il minareto, una foresteria e costruire spazi commerciali nessuno potrà impedirglielo. E Bologna potrebbe diventare la città delle due torri più un minareto.

Ma Salvini si mette di traverso:




Lascia un commento