Trenord, passeggero spia attacca italiani: “Si sa come ragionano”

Condividi!

Raffaele Ariano (foto tratte dal profilo facebook in alto), il passeggero spia pro-zingari molesti del convoglio Trenord, si scaglia contro gli italiani.

Ai microfoni di Radio Capital ha commentato: «Gli autori di questi commenti (chi lo attaccato su Facebook per la richiesta di licenziare la capotreno ndr) fanno parte della nuova Italia salviniana e sappiamo bene in che modo si esprime e con quali criteri ragiona. Non sono commenti incoraggianti, proprio per questo vanno denunciati episodi del genere».

Tipica altezzosità radical chic.

Già nella sua ‘denuncia’ aveva attaccato la stragrande maggioranza degli italiani:

Il personaggio ‘ricerca’ in ‘filosofia teoretica’. A giudicare dalle sue posizioni non pare averci capito molto.

Quello che balza all’occhio è come questi radical chic di sinistra siano totalmente fuori dalla realtà, come non la comprendano. Il che per un ricercatore di filosofia, seppure teoretica, è piuttosto bizzarro.

Non è tanto il fatto che un qualche fanatico possa decidere di fare la spia a favore di zingari molestatori, ma che creda di farlo avendo il supporto di più persone oltre sua mamma. Se ce l’ha, il supporto di sua mamma!
Questo ci fa capire come i radical chic vivano in una bolla ideologica impermeabile alla ‘volgarità’ populista. Loro il popolo non lo vogliono ascoltare, lo vogliono ‘educare’.

Notizia: il popolo si è rotto le palle.




Lascia un commento