Il passeggero spia dell’annuncio sui rom insultato su Facebook

Condividi!

Valanga di insulti contro il passeggero spia che ha segnalato la capotreno ‘colpevole’ di avere invitato gli zingari molesti a scendere dal treno della linea Milano-Mantova.

VERIFICA LA NOTIZIA

Il radical chic, che Vox aveva invitato a non palesarsi perché a rischio di linciaggio da parte degli altri passeggeri, su Facebook ha raccontato l’episodio convinto di essere un eroe: sono fuori dalla realtà, vivono in un mondo tutto loro.

E così sulla sua pagina Facebook in pochi minuti si è riversata la furia degli utenti e di altri passeggeri: “Perchè non ti sei offerto di pagare il biglietto a chi non l’ha fatto? Ora hai ottenuto la popolarità che volevi. Quando ti rapineranno ricordati il tuo post e ricordati che per colpa del tuo buonismo forse una persona perderà il posto di lavoro”, scrive qualcuno commentando il suo post.

Ma la spia radical chic ha replicato: “Sono abbastanza convinto che questo comportamento sia sanzionabile. Il controllore di un treno, ad esempio, è un pubblico ufficiale”.

“Propongo una medaglia per il capotreno. Ci manca ora la maglietta a favore degli zingari e dei molestatori sui treni. Spero che se è stato un dipendente lo promuovano”, hanno ribattuto gli altri utenti.

Perché noi siamo maggioranza:

Salvini: “Annuncio contro zingari molesti: nessuno tocchi la capotreno”

La spia si chiama Raffaele Ariano, che dice di essere ricercatore dell’università Vita-Salute San Raffaele. Ai microfoni di Radio Capital ha commentato: «Gli autori di questi commenti fanno parte della nuova Italia salviniana e sappiamo bene in che modo si esprime e con quali criteri ragiona. Non sono commenti incoraggianti, proprio per questo vanno denunciati episodi del genere».

Provoca.




Lascia un commento