Svezia, bandiere arcobaleno ritirate per proteggerle da musulmani

Condividi!

Gli omosessuali dovrebbero essere una delle categorie più preoccupate dalla sostituzione etnica in corso, perché non ci stanno sostituendo baronetti inglesi, ma un’orda di fanatici afroislamici. Che odiano la nostra civiltà, ma odiano particolarmente donne, ebrei e gay.

VERIFICA LA NOTIZIA

Basta fare un salto dove la sostituzione etnica ha raggiunto livelli allarmanti, come in Svezia.

Il comune di Södertälje, passato da essere una zona progressista a sobborgo ad alta densità islamica, tanto da essere conosciuto oggi come “piccola Mesopotamia”, è stato costretto a ritirare le bandiere arcobaleno perché ogni notte venivano strappate e bruciate.

Ogni sera, il comune è così costretto a rimuovere le bandiere per poi rimetterle il mattino successivo.

“Ne avevamo abbastanza e abbiamo sentito il bisogno di trovare una soluzione per mantenere intatte le bandiere il più a lungo possibile”, ha dichiarato Magnus Aminoff, un addetto del comune.

Aminoff ha anche ammesso che la soluzione non è pratica a lungo termine e ha dichiarato che il comune sta cercando un modo di issare le bandiere più in alto, in modo che non possano essere vandalizzate. Ma ci sono problemi di costi.

Non ci sarà posto abbastanza alto dove potrete fuggire, quando saranno abbastanza da potervi lanciare dai tetti. E allora rimpiangerete gli ‘omofobi’ che si limitavano a non volere che compraste bambini.




Lascia un commento