Lega tassa gli immigrati ​per aiutare famiglie italiane a fare figli

Condividi!

L’idea è geniale: tassare gli immigrati per finanziare la natalità degli italiani. Il rovescio di quanto avvenuto fino ad ora: con gli italiani tassati per sostenere la natalità degli immigrati attraverso il welfare che si pappano tutto loro.

VERIFICA LA NOTIZIA

La proposta di legge in Parlamento con il piano per la natalità: asili nido gratis, lotta all’aborto e “famiglia naturale” finanziata con l’imposta sulle rimesse degli stranieri.

L’hanno presentata Barbara Saltamartini, Giancarlo Giorgetti, Massimiliano Fedriga, il sottosegretario Molteni e altri parlamentari della Lega. Con la benedizione di Salvini.

Ricordiamo che le rimesse degli immigrati sono una calamità economia per l’economia italiana. Una sottrazione di risorse che ogni anno ci fa partire con un Pil negativo.

Non solo i temi già inseriti nel Contratto di governo, ma anche sostegno per l’acquisto della prima casa, gli assegni mensili per chi ha bambini sotto i 3 anni e buoni da mille euro l’anno per i servizi essenziali e forti detrazioni fiscali. Infine asili gratis con l’aumento dei posti per fare in modo che sempre più genitori italiani riescano a mandarci i bimbi senza dover sborsare soldi perché gli asili sono alla mercede dei figli degli immigrati.

E per disincentivare l’aborto i leghisti pensano di inserire nel nucleo familiare anche “il concepito” che così sin da quando è nel ventre della madre permette di far guadagnare punti “nelle graduatorie che tengono conto del numero dei figli”.

FONDAMENTALE – Per la Lega le iniziative in favore della natalità non devono essere rivolte a tutti. Altrimenti faremmo la fine della Francia, con un boom demografico quasi esclusivamente africano: quello che non vogliamo.

Ma solo “ai cittadini italiani”, o di “Stati membri Ue componenti i nuclei familiari” come ci impone, purtroppo, l’appartenenza alla UE. Ma i romeni sono un problema relativo.

Ed ecco una “imposta di bollo sui trasferimenti di denaro all’estero effettuate dalle apposite agenzie”: un 3% sull’importo “trasferito con ogni singola operazione, con un minimo di prelievo pari a 5 euro”.

Tassare gli immigrati per finanziare la nascita di più italiani: geniale. Patriottico. Il rovesciamento di una cultura del genocidio che dominava con il Pd al governo.

Ora non resta che tramutare l’idea in legge. Prima che sia troppo tardi.




Lascia un commento