Immigrati incendiano centro accoglienza, devastazioni a Torino

Condividi!

Una vera e propria battaglia al centro di espulsione di corso Brunelleschi a Torino, dove è scoppiata questo pomeriggio una rivolta dei clandestini.

Molti dei 176 clandestini presenti nella struttura, comprendendo che la pacchia è strafinita, in segno di protesta contro l’imminente espulsione ha devastato le casupole appiccando anche un incendio.

I clandestini sono saliti sui tetti, mentre la polizia ha arginato le violenza con i reparti mobili.

La violenza era coordinata con i teppisti di estrema sinistra che stazionavano fuori dalla struttura.

Il primo a commentare i fatti è il capogruppo torinese della Lega e segretario torinese del Carroccio Fabrizio Ricca che chiede un intervento del ministro dell’Interno: «Mi auguro che Matteo Salvini possa risolvere velocemente la situazione e provvedere in tempi rapidi con i rimpatri di chi al posto di ringraziarci per l’accoglienza spacca tutto per protesta».

La risposta del ministro:

In alto un episodio identico, quando i clandestini diedero alle fiamme il centro di espulsione di Lampedusa.




Un pensiero su “Immigrati incendiano centro accoglienza, devastazioni a Torino”

Lascia un commento