Il ladro rom scarcerato perché manca l’interprete

Condividi!

Il ladro è un rom, ha 19 anni ed è sordomuto. O almeno dice di esserlo. Venerdì sera lo hanno beccato alla fermata Barberini della metro A mentre stava “adocchiando una coppia di turisti” che si era seduta “in testa al treno”.

VERIFICA LA NOTIZIA

Come si legge nella relazione dei carabinieri, si era seduto “a debita distanza” e “scrutava le borse” in attesa del momento giusto per derubarli. Non appena in metropolitana si è creata un po’ di calca, il ragazzo si è messo alle spalle dei turisti e ha sfilato dalla tasca uno smartphone con la cover rosa. Fortunatamente i carabinieri, che stavano presidiando la stazione in borghese, sono riusciti a intervenire prima che il rom riuscisse a far perdere le proprie tracce disperdendosi tra la folla che scende alla fermata Spagna.

Ma portato dinnanzi al giudice non è stato possibile sottoporlo all’interrogatorio di garanzia perché mancava l’interprete della lingua dei segni. Ne hanno contattati addirittura dieci, ma nessuno di questi si è reso disponibile ad andare in tribunale. E così il rom è stato rilasciato “senza alcuna misura cautelare, nonostante la convalida dell’arresto,” e soprattutto “senza documenti per essere identificato e senza una casa dove essere trovato”.

Libero di tornare a rubare. Per farlo non ha bisogno dell’interprete.




Lascia un commento