Tubercolosi: agente infettato da immigrati a Roma

Condividi!

Tubercolosi in Questura a Roma. Un agente è ricoverato da giovedì in ospedale perché infettato da un immigrato.

VERIFICA LA NOTIZIA

«Un caso ricollegabile alla malagestione – spiega il vicequestore Filippo Bertolami, segretario nazionale del sindacato Pnfd -, soprattutto dal punto di vista della profilassi sanitaria di quanti sono in contatto con immigrati clandestini, rimpatri, sgomberi. Possiamo dire che è stato colpito il cuore della Questura, un tempo esente dallo svolgere servizi sugli stranieri».

Si deve creare una ‘milizia’ in stile ICE americana. Che si occupi solo di clandestini e che, quindi, abbia tutti gli strumenti per farlo in sicurezza.




Lascia un commento