BRUTALE STUPRO A MILANO: RAGAZZINA VIOLENTATA A SANGUE DA IMMIGRATO

Condividi!

Non passa giorno senza che i migranti commettano un brutale stupro.

VERIFICA LA NOTIZIA

Una ragazzina 17enne di Rho (Milano), nella notte tra domenica e lunedì, è stata aggredita e violentata da un marocchino di due anni più grande. E’ accaduto nel parco pubblico del centro alle porte di Milano.

L’immigrato, ubriaco, ha spinto a terra la ragazza, e picchiandola con calci e pugni per vincere la sua resistenza l’ha stuprata e rapinata.

La 17enne, ancora sotto shock, si è rivolta ai carabinieri della Compagnia di Rho denunciando la violenza.

E’ stata accompagnata prima al Pronto soccorso dell’Ospedale del paese dell’hinterland e poi alla Clinica Mangiagalli di Milano per i necessari accertamenti medici. Accertamenti che hanno confermato il suo racconto.

Voi, giornalisti che parlate di uovo, andate a fare in culo.

L’idea che branchi di stupratori e spacciatori girino liberi mentre le forze dell’ordine sono impegnato nella caccia all’uovo, ci fa andare fuori di testa.

“Non possiamo accettare che chi in Italia viene accolto e regolarizzato con il permesso di soggiorno poi commetta reati efferati e raccapriccianti – attacca Paolo Grimoldi, deputato della Lega – come accaduto a Rho ieri notte dove un marocchino pregiudicato ha aggredito, rapinato e violentato una 17enne, con la beffa di non poter neppure essere espulso. Dobbiamo rivedere la normativa vigente, perché non possiamo accettare che chi commette gravi reati possa rimanere sul nostro territorio come regolare e non possa essere espulso e rimandato da dove è venuto”.




4 pensieri su “BRUTALE STUPRO A MILANO: RAGAZZINA VIOLENTATA A SANGUE DA IMMIGRATO”

  1. Mi offro per dare “”Lezione”” a questo se identificato altrimenti da identificare e di conseguenza giustiziare con adeguata punizione da infierire alla “”risorsa”” colpevole dell odioso disumano reato. Punizione da infierire a vostra scelta.

  2. Un simile Reato non puo restare inpunito, sarebbe contro la misericordia Cristiana, Misericordia Cristiana che non c é stata nei riguardi della povera ragazzina. Daltronde é anche giusto; quale misericordia puo avere un verme disumano di mussulmano?

  3. Confesso che se dovesse capitare alla mi’ figliola farei di tutto per ridurre le velleità del soggetto. Non gli toglierei la vita, ché non sono padrone della mia come di quella di nessun altro, ma qualche ninnolo certamente sì. Spero che i parenti di questa ragazza o altri in casi simili prendano un’iniziativa simile. Lui se lo ricorderebbe per sempre e sarebbe di monito per qualcun altro

Lascia un commento