Coop sfruttava richiedenti asilo per lavori nei campi

Condividi!

VERIFICA LA NOTIZIA
Sfruttavano i presunti minori stranieri non accompagnati ospiti della loro struttura, li reclutavano per farli lavorare a stipendi da fame in pizzerie o nei campi, a Borgetto, nel Palermitano. E’ l’accusa contestata a otto gli indagati a cui la polizia ha notificato la misura dell’interdizione dall’esercizio di attività nel settore alberghiero e della ristorazione, nel settore delle attività agricole e dell’accoglienza dei minori. Alcuni ragazzi lavoravano nei campi per 12 euro al giorno.

L’indagine, condotta dalla sezione di polizia giudiziaria in servizio alla Procura presso il Tribunale per i Minorenni di Palermo, nasce da accertamenti sulle precarie condizioni di vita in cui si trovavano alcuni minori stranieri non accompagnati, ospiti della comunità “New River di Borgetto (PA), gestita dalla cooperativa $ociale EsseQuadro, di Firenze e rappresentata e amministrata da Andrea Meli, che è tra gli indagati.

Poi si meravigliano se qualche disoccupato, proprio in quella zona, picchia un cameriere richiedente asilo.

Provate ad essere nei panni di qualcuno che non trova lavoro, perché la coop del PD, da anni, preferisce assumere in nero richiedenti asilo. Poi vediamo se continuate ad essere radical chic.




Lascia un commento