Novantenne si difende da immigrato puntandogli contro pistola, denunciato

Condividi!

Aveva in casa un piccolo arsenale il pratese ultraottantenne incensurato che ieri sera, 26 luglio, si è difeso da un immigrato puntandogli una pistola al petto: i media scrivono per “futili motivi”.

VERIFICA LA NOTIZIA

C’è pieno di gente che viene uccisa per futili motivi, perché non si difende.

L’anziano è stato bloccato dalla polizia che ha ricevuto la segnalazione della centrale mentre si trovava nelle vicinanze.
La pistola, una Colt semiautomatica con caricatore ed otto cartucce, è risultata regolarmente denunciata alla questura di Prato.

Il successivo controllo nell’abitazione dell’uomo, ha consentito di trovare numerosissime armi, parti di esse e tantissime munizioni. Un appassionato.

La questura fa sapere che “sono in corso accertamenti mirati per verificare e ricostruire la tracciabilità di ogni movimentazione delle armi e delle munizioni sequestrate nonchè l’esatta corrispondenza tra il numeroso materiale rinvenuto e quello effettivamente denunciato e pertanto regolarmente posseduto”.

Tutto l’arsenale è stato ritirato. La prossima volta dovrà difendersi a mani nude.

L’uomo è stato denunciato in stato di libertà per il reato di minaccia grave, detenzione abusiva di armi e munizioni ed omessa custodia delle stesse.

Arrivare a quasi novant’anni senza avere commesso un reato dovrebbe essere un segno piuttosto ovvio di che tipo di persona uno sia. Tant’è..




Lascia un commento