Sparano a baby Rom, per il PD è colpa di Salvini

Condividi!

Una zingara di un anno, che vive nel campo nomadi di via di Salone a Roma, noto per la presenza di delinquenti comuni e stupratori, è stata ferita alla schiena: probabilmente da un colpo di pistola ad aria compressa.

VERIFICA LA NOTIZIA

E’ accaduto ieri. Sulla vicenda sono in corso indagini dei carabinieri della compagnia Casilina e della stazione Alessandrina.

Ascoltati alcuni familiari che avrebbero raccontato che la figlia era in braccio alla madre in strada (tutti sappiamo a fare cosa), su via Palmiro Togliatti, quando la donna si è accorta che le usciva sangue dalla schiena. Le testimonianze dei Rom lasciano il tempo che trovano e le faide tra clan sono all’ordine del giorno.

Tra le ipotesi quella che possa essere rimasta ferita da un piombino sparato da una pistola ad aria compressa.

Ovviamente, per il Pd la colpa è, manco a dirlo, di Salvini.

Monica Cirinnà: “Una bimba italiana (!??) di etnia Rom ha subito una terribile aggressione a Roma. Sono stata al Bambin Gesù, è in gravi condizioni. A lei e alla sua famiglia va la nostra vicinanza. La magistratura farà il suo dovere, ma questo clima d’odio alimentato ogni giorno di certo non aiuta”.

E’ il clima d’odio che spara pallini di piombo.




Lascia un commento