Il magistrato rosso che vuole chiudere la Lega

Condividi!

Il sostituto procuratore generale di Genova, Enrico Zucca, ha chiesto la conferma della confisca diretta di 49 milioni alla Lega nella requisitoria del processo d’appello per la presunta truffa ai danni dello Stato sui rimborsi al partito nel periodo 2008-2010.

Sul tema della confisca, il pg Zucca ha sottolineato la “titubanza dei giudici di primo grado” nell’affrontare la questione della “confisca globale dei proventi profitto di reato”: il tribunale di Genova aveva infatti decretato che le uniche somme sequestrabili erano quelle presenti nelle casse del partito al momento dell’esecuzione del provvedimento di sequestro e non quelle che successivamente sarebbero entrate nelle disponibilità del movimento, come richiesto dalla procura di Genova e su cui lo scorso giugno si e’ espressa favorevolmente la Cassazione. Su questo passaggio e’ atteso un nuovo pronunciamento del Riesame.

Tentano di chiudere la Lega di Salvini sfruttando presunti reati commessi da Bossi in un’altra era politica.

Ma chi è questo Enrico Zucca? E’ noto per avere accusato i poliziotti di Genova di ogni nefandezza e di essere stato difeso dalla corrente di estrema sinistra di Magistratura Democratica.




Un pensiero su “Il magistrato rosso che vuole chiudere la Lega”

Lascia un commento