Marocchino sgozza donna italiana: l’aveva fatto entrare in casa

Condividi!

E’ un cittadino marocchino l’assassino di Sabrina Malipiero, la 52enne sgozzata nella sua casa di Pesaro.

L’immigrato aveva negato per tutta la notte. Solo stamane ha confessato.

VERIFICA LA NOTIZIA

Il marocchino è già noto alla forze di polizia, in particolare all’antidroga della Questura di Pesaro Urbino, ma non ha condanne a suo carico. Perché il cancro rosso nella magistratura protegge gli immigrati.

La donna gli aveva aperto la porta di casa senza problemi. Poi, una volta dentro, il brutale pestaggio e una o due coltellate alla gola, una delle quali ha raggiunto la 52enne, commessa in un supermercato e madre di due figli grandi, da tempo separata dal marito, alla giugulare, provocandone la morte per dissanguamento. Come fanno con i capretti.

L’uomo è poi fuggito con la Daewoo Matiz nera della vittima, trovata ieri sera in un’altra parte della città. Un omicidio per futili motivi, secondo gli inquirenti.

Gli spacciatori stranieri andrebbero espulsi. Sono criminali che prima o poi uccidono. Certo, preferiremmo il metodo Duterte, ma non è possibile. Per ora.




Lascia un commento