La furia del profugo nigeriano: poliziotti presi a bottigliate

Condividi!

Il solito nigeriano richiedente asilo, ha aggredito un poliziotto all’interno dell’ufficio immigrazione di Cagliari.

VERIFICA LA NOTIZIA

L’immigrato, brandendo due bottiglie di vetro si è anche lanciato contro gli altri agenti presenti nella stanza. Che purtroppo non avevano il taser.

Solo il pronto intervento dei colleghi ha sventato il peggio.

L’africano è un soggetto già noto alle forze dell’ordine locali. Ha diversi precedenti penali ma, essendo richiedente asilo, ci vogliono anni per scoprire che in Nigeria non c’è la guerra: fino ad allora, con le attuali leggi, rimane in Italia.

Il nigeriano, dopo essere stato disarmato è stato messo in stato sicurezza e consegnato alla giustizia, in attesa del rito per direttissima.

I giudici dovranno ora decidere se espellerlo o meno dall’Italia dopo l’ultimo episodio di cui si è reso protagonista.

Si accettano scommesse.




Lascia un commento