“Mi hai svegliato!”, richiedente asilo aggredisce donna delle pulizie

Condividi!

Brutale aggressione in un centro che ospita richiedenti asilo ad Avellino. Una richiedente asilo nigeriana, evidentemente stanca dopo il lavoro, è stata denunciata dalla polizia.

VERIFICA LA NOTIZIA

“Mi hai svegliata!”. E poi la 23enne ha aggredito la donna delle pulizie. Perché sia chiaro: loro non possono pulirsi da soli le stanze, il trauma delle guerra in Siria non lo permette.

L’aggressione – Prima il lancio di un pesante oggetto che l’ha centrata sul volto. Poi ha pensato bene di graffiarla e morderla. L’allarme è stato lanciato da un responsabile della società che gestisce la struttura di accoglienza: “Venite, una donna è stata aggredita! Fate presto”.

Ma la 23enne nigeriana non si è fermata neppure di fronte agli agenti. Anzi, li ha anche aggrediti con morsi e graffi. Prima che la polizia riuscisse ad immobilizzarla.

La vittima ha raccontato di come l’indagata, dopo essersi svegliata, si sia scagliata contro di lei.

La 23enne, secondo quanto verificato dagli investigatori, ha alle spalle episodi di aggressione in altre strutture nelle quali era ospitata. Per lei è scattata una mera denuncia per lesioni gravi, resistenza e oltraggio a pubblico ufficiale.

Gli agenti hanno anche contattato l’ufficio dell’immigrazione per chiedere di emettere un provvedimento di rimpatrio nei confronti della 23enne nigeriana.

Rimpatrio? Non vorrete che si incazzi.




Lascia un commento