Alcuni ebrei non hanno ancora compreso la minaccia islamica

Condividi!
VERIFICA LA NOTIZIA

In un articolo su Pagine Ebraiche, la
presidente dell’Ucei, Noemi Di Segni,
teme il ritorno del razzismo.

Ottanta anni dopo l’infamia delle leggi
razziali, scrive, c’è “un crescente ma-
nifestarsi di atti di intolleranza raz-
ziale,odio e pericolosa radicalizzazio-
ne, purtroppo alimentati e legittimati
anche da esponenti delle istituzioni”.
Di Segni esprime anche “il tormento” di
“non riuscire a prevenire quel che pen-
savamo fosse superato con il varo della
Costituzione” e di vedere ancora leggi
che “violano principi fondamentali”.

A noi basterebbe una Costituzione identica a quella di Israele. Dove invece di “Stato del popolo ebraico”, si parli di “Stato del popolo italiano”: né più, né meno.

Non riusciamo a capire questa minoranza di ebrei (quelli in Israele lo hanno capito da tempo) che si ostina a non comprendere come la minaccia odierna – anche per loro – non arrivi da pericolosi e inesistenti neonazisti ma, piuttosto, da milioni di musulmani.




Lascia un commento