Vos Thalassa: volete dirci che in 2 hanno dirottato una nave?

Condividi!

Secondo le agenzie, gli indagati sarebbero al momento due, dopo gli interrogatori della polizia a bordo della Diciotti e all’equipaggio della Vos Thalassia.

L’equipaggio della nave di proprietà dello stesso armatore di alcune navi delle ong (Vos Prudence e Vos Hestia) già finite sotto inchiesta per traffico di clandestini, è composto da almeno 12 marittimi di nazionalità italiana.

Quindi ci vorrebbero dire che 2 immigrati clandestini disarmati sarebbero stati in grado, da soli, di minacciare 12 marinai presumibilmente non disarmati? E’ una presa per il culo da parte di chi tenta di confondere le acque.

Delle due l’una: o a minacciare i marinai erano molti di più, almeno alcune decine di clandestini, oppure l’equipaggio aveva ordine da parte dell’armatore olandese di traghettare i clandestini in Italia in assenza delle ong della scuderia.

Nel primo caso, che ci siano solo due indagati è ridicolo. Nel secondo caso, bisognerebbe indagare capitano e armatore della Vos Thalassa.




Un pensiero su “Vos Thalassa: volete dirci che in 2 hanno dirottato una nave?”

  1. Ma difatti questa è una barzelletta.
    Anzi non mi stupirei se i due personaggi fossero gli unici tra i 67 clandestini a non aver partecipato all’ammutinamento su quella nave.
    E peraltro la magistratura a quanto pare non riterrebbe neanche necessario porre in stato di arresto i due indagati….e che sarà mai dirottare una nave italiana? Questi giudici mi danno il voltastomaco.
    E’ ovvio che l’armatore della Vos Thalassa ha delle responsabilità in questa faccenda. Va solo chiarito se si è prestato volontariamente a traghettare clandestini ed ingannare la GC con false richieste d’aiuto o se il danno che ha causato sia stato colposo.
    E comunque sia, perchè non è indagato pure, anzi soprattutto, lui?
    Si vergognino i giudici ed ancor più Toninelli che probabilmente per mera incapacità e cultura buonista a cinquestelle sta sabotando puntualmente l’ottimo lavoro di Salvini.

Lascia un commento