Russia2018: Fifa ordina stop a riprese tifose, “è sessismo”

Condividi!
VERIFICA LA NOTIZIA

La Fifa ha deciso di richiedere alle emittenti e alle troupe televisive di diminuire le riprese delle tifose durante le partite del Mondiale in Russia in quanto considerate di carattere sessista.

Lo ha dichiarato il capo del dipartimento per la responsabilità sociale Fifa Federico Addiechi, secondo quanto riportato dall’agenzia Ap.

Lo stesso Addiechi ha fatto notare che durante il Mondiale in corso di svolgimento i casi di sessismo sono stati più frequenti di quelli di razzismo.

In particolare sono stati registrati una trentina di casi di molestie nei confronti delle croniste televisive. Il funzionario Fifa ha aggiunto che la decisione è una “normale evoluzione”, facendo notare che rispetto al precedente Mondiale, le riprese delle partite sono migliorate significativamente. Addiechi ha poi ricordato che la Fifa era già intervenuta nel lavoro delle emittenti televisive in passato ma solo in “casi individuali e piuttosto evidenti”.

Molestie sessiste. Gli -ismi sono la cosa più tragicomica di quest’epoca delirante, in cui i ricchi gay possono sfruttare una donna affittandone la pancia, ma se riprendi le tifose (che sorridono alle telecamere) è ‘sessismo’.

La FIFA è del resto una delle tante organizzazioni che hanno distrutto lo sport mercificandolo all’eccesso, non può esserci vita intelligente.

Questo funzionario ci dovrebbe poi spiegare quali sarebbero i ‘casi evidenti’.

Purtroppo tra tutti gli -ismi che vengono perseguiti ne manca uno essenziale: lo ‘scemismo’, che è poi quello più diffuso tra media, politici e funzionari.

Ma la cosa più bizzarra è come ne parla con seriosità la Gazzetta, giornale di gossip sportivo dove pur di mostrare una donnina seminuda si inventano improbabili partentele con quale sportivo. Basta sia la nipote del cugino di un magazziniere di qualche squadra.

Ridicoli. Dai che in Qatar non avrete questo problema.




Un pensiero su “Russia2018: Fifa ordina stop a riprese tifose, “è sessismo””

Lascia un commento