Msf dà i numeri: 600 morti in mare dopo blocco navale – Diteci dei 200 morti fatti dai vostri profughi terroristi

Condividi!

“Oltre 600 persone, tra cui neonati e bambini, sono annegate o risultano disperse nel tentativo di attraversare il Mediterraneo centrale nelle ultime 4 settimane soltanto. Queste tragedie, che rappresentano la meta’ delle morti in mare nel 2018, sono avvenute mentre non c`erano piu’ navi di soccorso delle organizzazioni non governative (Ong) attive nel Mediterraneo”. E’ quanto sostiene Medici senza frontiere che ricorda i casi della nave Aquarius, e delel altre navi umanitarie che “hanno subito blocchi e ostacoli da parte degli Stati europei”. “Le decisioni politiche dell`Europa nelle ultime settimane hanno avuto conseguenze letali. È stata presa la decisione a sangue freddo di lasciare annegare uomini, donne e bambini nel Mediterraneo. È vergognoso e inaccettabile” ha dichiarato Karline Kleijer, responsabile delle emergenze per Msf. “Invece di ostacolare deliberatamente un`assistenza medica e umanitaria salvavita a persone in pericolo, i Governi europei devono attivare un sistema dedicato di ricerca e soccorso nel Mediterraneo centrale”, ha quindi aggiunto.

Come amano i neonati quando sono figli di immigrati, quando però si parla dei 5 milioni di bambini italiani uccisi da quando è stato legalizzato l’omicidio preventivo chiamato ‘aborto’, allora lo chiamano ‘diritto umano’.

Mettiamo che prendiamo per buoni i numeri che danno questi trafficanti umanitari, numeri buttati a caso. Da che pulpito!

Medici Senza Frontiere dovrebbe avere il buon gusto di tacere. Non solo per i ragazzini stuprati in Africa dai propri ‘volontari’ in cambio di medicine, ma anche per i 137 morti e 368 feriti (in questo caso numeri certi) fatti dall’attentato compiuto dai profughi terroristi sbarcati in Grecia e aiutati dai volontari di Medici Senza Frontiere:

ONG, IL TERRORISTA ISLAMICO ARRIVATO IN EUROPA GRAZIE A MEDICI SENZA FRONTIERE

E’ qualcosa di provato. I morti sono realmente morti. Non sono ‘numeri da ong’.

Voi non potete parlare di morti. Avete le mani sporche di sangue di innocenti. Gente che non aveva pagato per salire clandestinamente sui barconi, magari per venire a spacciare, ma che era solo uscita di casa. Per venire massacrata dai vostri profughi.




Lascia un commento