Il vescovo anti-Salvini: “Moschee al posto di chiese per salvare i migranti”

Condividi!

VERIFICA LA NOTIZIA
Ormai delirano. Monsignor Raffaele Nogaro, vescovo emerito di Caserta, ha firmato l’appello per il “digiuno a staffetta”. La pagliacciata che segue le ‘magliette rosse’.

Ma questo non è il paggio. Il peggio è quello che viene dopo. Quello che ha detto dopo.

Due giorni fa si è tenuta la prima manifestazione a favore degli sbarchi delle magliette rosse. Ed è proprio durante questa ‘protesta’ che don Zanotelli, il presunto prete che anima i cattocomunisti contro il governo, ha riportato il messaggio del monsignore.

“Moralmente e da uomo di fede sarei pronto a trasformare tutte le chiese in moschee se fosse utile alla causa e se consentisse di salvare la vita di uomini e donne, poveri e infelici, perché Cristo non è venuto sulla terra per costruire chiese ma per aiutare gli uomini indipendentemente dalla razza, dalla religione, dalla nazionalità. E invece ci sono politici che nei loro comizi continuano a predicare le espulsioni e la cosa peggiore è che lo fanno con la corona e il rosario in mano e nominando il nome di Dio invano, un peccato molto grave”.

C’è tutta la malattia morale della Chiesa in queste deliranti dichiarazioni. Il desiderio profondo ed eretico di dirsi pronti a farsi annullare dall’altro: non il sacrificio in nome di qualcosa, ma il sacrificio fine a se stesso.

Gesù morì in croce per salvare l’Uomo, non perché questo lo faceva godere in un perverso masochismo sessuale. Quello che pervade la Chiesa di oggi.




Un pensiero su “Il vescovo anti-Salvini: “Moschee al posto di chiese per salvare i migranti””

  1. Questo clero ERETICO DEVE SPARIRE DALL ITALIA….DE ANDARE AD AVIGNONE…PATRIA DEGLI ERETICI….COMPRESO IL FALSOPAPA IMBROGLIO E TUTTJ I CATTOVOMUNISTI….CHISSÀ COME LI OSPITERÀ IL MICRON….

Lascia un commento