Governo populista scatenato: aboliti i Vitalizi

Condividi!

La Camera approva il taglio dei vitalizi. Ok da ufficio presidenza.

La delibera approvata oggi alla Camera prevede che il taglio dei vitalizi per gli ex parlamentari sia effettivo a partire dal primo gennaio 2019. Lo annuncia il presidente della Camera Roberto Fico al termine dell’ufficio di presidenza della Camera. Precedentemente l’entrata in vigore prevista era stata fissata al primo novembre di quest’anno.

“Approvato in Parlamento il taglio dei vitalizi a 1.240 ex parlamentari: stop a vecchi e assurdi privilegi. Con la Lega, dalle parole ai fatti!” Così il vicepremier e segretario della Lega Matteo Salvini.

“Per quanto tempo abbiamo aspettato che questi privilegi venissero cancellati! Ora ci siamo, un sogno diventa realtà’, bye bye vitalizi’. Lo scrive il vicepremier Di Maio sul blog delle stelle parlando di ‘una conquista di civiltà’ e spiegando che ‘l’ufficialità arriverà nel pomeriggio di oggi. Celebreremo questo avvenimento a Roma, alla Camera e invitiamo tutta Italia a festeggiare con noi. Perche’ è una festa per tutto il Paese’.

“E’ un principio di giustizia – ha aggiunto – ma non mi nascondo che c’è ancora molto da fare nella lotta ai privilegi. Mi avevano sempre detto che non si poteva fare. Siamo arrivati noi e in meno di 100 giorni li abbiamo tagliati”.

VERIFICA LA NOTIZIA

Di Maio ha aggiunto poi che le pensioni d’oro saranno tagliate “anche sopra i 4.000 euro, per coloro che non hanno versato i contributi a sufficienza”. Fino ad oggi si era parlato della soglia di 5.000 euro. “L’obiettivo è quello di tagliare le pensioni d’oro – ha spiegato – per ridare alle minime”. Il provvedimento è già pronto e sarà il passo successivo dopo il taglio ai vitalizi.

Nonostante qualche Fico, il governo populista lavora bene.

Ricordiamoci, però, che queste sono operazioni giuste ma economicamente simboliche. Il vero disastro è nella profonda diseguaglianza economica generata da Globalizzazione e immigrazione.




Lascia un commento