Ronaldo alla Juventus per 30 milioni l’anno: disgustoso

Condividi!

Tutto fatto per Cristiano Ronaldo alla Juventus. I quotidiani spagnoli “As” e “Marca” danno per concluso l’affare tra i bianconeri e il Real Madrid.

La Juventus verserà nella casse dei blancos circa 105 milioni di euro e le commissioni per l’agente del portoghese, Jorge Mendes. Al giocatore andranno 30 milioni all’anno per un contratto lungo 4 anni.

Ormai siamo oltre la follia. Pagare uno sportivo 30 milioni di euro – anche 3 sarebbero troppi, ma 30 è oltre l’irragionevole – è eticamente irresponsabile.

Ma è il frutto della Globalizzazione che accentra la ricchezza verso l’alto in tutti i campi della vita economica.

Fino a pochi anni fa, il rapporto tra lo stipendio medio e quello del calciatore più pagato era elevato – ora è disgustosamente fuori dalla realtà.

Non fatene una questione di tifo (chi scrive tifa Juventus), fatene una questione di giustizia. Non serve essere comunisti per capire che non è moralmente giusta tutta questa diseguaglianza. E, almeno, inventasse la cura per il cancro…

Poi, magari, avremo milioni di precari che spendono il magro stipendio per fare l’abbonamento SKY. Il calcio moderno è lo specchio di una società profondamente malata.

Ad un dipendente medio italiano (lasciamo perdere i precari e i pensionati al minimo) occorrebbero 710 anni per arrivare alla somma che Ronaldo guadagnerà in un anno di Juve.

Se siete contenti così e vi sembra normale, siete perfetti per questa società. Altrimenti combattete per cambiarla.

Ed è proprio il fatto che questa vicenda crei così poco scandalo il sintomo primario della malattia: la popolazione è, in ampi settori, totalmente rimbambita. Panem et circenses, dicevano i latini. Ora sono contenti anche solo con il ‘circenses’.




Un pensiero su “Ronaldo alla Juventus per 30 milioni l’anno: disgustoso”

Lascia un commento