Salvini taglia la paghetta ai profughi: 25 euro invece di 35

Condividi!

“Stiamo lavorando perché il costo dei presunti profughi, che sono la maggioranza (il 96% ndr..), sia tagliato di almeno 10 euro a persona per risparmiare mezzo miliardo di euro all’anno, che mi piacerebbe investire in sicurezza”.

VERIFICA LA NOTIZIA

Lo ha detto il ministro dell’Interno Matteo Salvini, spiegando che “in questo momento ogni richiedente asilo che sta arricchendo le cooperative ci costa 35 euro. Ho dato questa indicazione e penso che entro questo mese otterremo un risultato”.

La vergogna è che lo stesso Stato che dà agli anziani una pensione sociale minima di nemmeno 600 euro, poi spende oltre 1100 euro per mantenere i finti profughi.

Un primo passo quello di Salvini. Ma l’unica ‘paghetta’ giusta per i profughi è zero.




Lascia un commento