Soccorso Rosso: scarcerato Fiesoli, il ‘mostro di Firenze’

Condividi!
VERIFICA LA NOTIZIA

Rodolfo Fiesoli, il fondatore della comunità ‘Il Forteto’, al centro di varie inchieste per maltrattamenti e violenza sessuale, è stato scarcerato a seguito di una decisione della Cassazione del 5 luglio scorso, dopo un ricorso presentato dal suo difensore, l’avvocato Lorenzo Zilletti. Fiesoli era stato condannato a 15 anni e 10 mesi e la Cassazione aveva stabilito che dovesse scontare un residuo di pena 14 anni, 8 mesi e 17 giorni. Il 23 dicembre scorso venne accompagnato dai carabinieri nel carcere di Sollicciano.

Ma ora la ‘sorpresa’, la Cassazione ha annullato l’ordine di carcerazione e ci sarà un nuovo processo d’appello.

Senza parole. Il cancro rosso, sopratutto in Toscana, è vivo e vegeto. Altrimenti, per anni, il Tribunale dei minorenni non avrebbe continuato ad affidare bambini al Forteto, nonostante le denunce di stupri.




Un pensiero su “Soccorso Rosso: scarcerato Fiesoli, il ‘mostro di Firenze’”

Lascia un commento