Mamma e bimba italiana su panchina, profughi rifiutano nuovo hotel

Condividi!

Casapound protesta a Latina: “Per gli italiani niente fondi. Per gli immigrati… vedi Fondi“.

VERIFICA LA NOTIZIA

Il riferimento è all’inchiesta Dionea. Dietro le parole che sembrano soltanto un generico attacco al grande business dell’immigrazione dietro c’è una storia.

A raccontarla è Marco Savastano, il responsabile del movimento, in una nota stampa: “Qualche giorno fa abbiamo incontrato madre e figlio su una panchina di Santa Maria Goretti, usciti dopo sei mesi dal dormitorio dove erano finiti in seguito ad uno sfratto: non avevano più dove andare a sbattere la testa. I servizi sociali gli hanno concesso quel contributo per trovare una casa in affitto che è servito solo a saldare qualche debito. Un tetto sopra la testa glielo abbiamo dato noi, a CasaPound, ora cercheremo di dargli anche una speranza per il domani, quel domani che per le istituzioni non esiste”.

Osceno.

Intanto a Fondi gli immigrati protestano per le nuove sistemazioni e chiedono la liberazione di uno dei gestori delle cooperative di Fondi arrestato nell’operazione:

Profughi manifestano, esigono liberazione presidente Coop arrestato – VIDEO

Per questo, non dobbiamo derubricare quelli che indossano le magliette rosse a simpatici imbecilli un po’ fricchettoni, sono anche dei criminali. Perché dimenticano i loro fratelli sulle panchine in nome dell’accoglienza degli afroislamici.




Lascia un commento