Trump caccia gli immigrati dall’esercito, abolito folle progetto Obama

Condividi!

Senza particolare clamore e senza fornire ragioni speciali, ma basta il buonsenso, l’esercito americano ha cominciato a congedare gli immigrati legali che si erano arruolati in base a un programma obambiano che prometteva la cittadinanza al termine della ferma.

VERIFICA LA NOTIZIA

La nuova iniziativa, che rientra nella linea del buonsenso dell’amministrazione Trump, ha trovato opposizione all’interno della componente cuckold del partito repubblicano, con il governatore dell’Ohio, l’inutile John Kasich (che venne sconfitto da Trump alle primarie anche nel suo Stato) che ha parlato di un altro “minimo storico” per la Casa Bianca e ha chiesto che la decisione venga prontamente revocata.

In base al programma, le reclute dovevano solo avere stato legale negli Usa – per esempio un visto da studente come i terroristi dell’11 settembre – al momento dell’arruolamento. Nel 2016 oltre cinquemila immigrati sono stati reclutati dall’esercito e circa 10.000 sono tuttora in servizio. Notizie sul nuovo giro di vite sono emerse sui media americani secondo cui in vari casi le reclute non hanno ricevuto spiegazioni al momento del congedo.

L’idea di dare addestramento e armi a non cittadini è folle, anche per un Paese di immigrazione come gli Usa. Anche perché, sempre di più, l’immigrazione è afroislamica.




Lascia un commento