Ong: “Salvini ci ha rovinato, impossibile continuare”

Condividi!

Come saprete, la nave Open Arms della Ong catalana ProActiva, con il suo carico di clandestini prelevati in Libia, è stata costretta da Salvini a dirigersi verso un porto non italiano.

VERIFICA LA NOTIZIA

Questa mattina è arrivata a Barcellona dopo alcuni giorni di navigazione.

l ministro dell’interno, Matteo Salvini, ha più volte fatto sapere che nessuna imbarcazione Ong attraccherà più in Italia.

L’occasione dell’attracco a Barcellona è stata propizia per replicare ancora una volta all’Italia e alla decisione della chiusura dei porti.

Anabel Montes, portavoce dell’ong, intervistata dai microfoni di Efe, ha strillato che «La decisione italiana ci lascia in una situazione di impotenza». Secondo la Montes, non è vero che la presenza delle Ong nel Mar Mediterraneo, faccia da incentivo ai profughi: «Questa gente – si è “giustificata” la capo missione di Open Arms – fuggiva già prima che ci fossero le nostre navi».

Certo, fuggiva dalla guerra in Siria. Secondo la donna, l’attracco a Barcellona rappresenta una via d’uscita, ma non una vera e propria soluzione, visto che viaggiare fino alla costa catalana comporta giorni in più in mare, e di conseguenza, l’aumento dei costi.

Ed è questo il punto: la pacchia è finita perché il traffico umanitario non rende più.




Lascia un commento