Da Gentiloni minacce: “Italia cerca guai”

Condividi!
VERIFICA LA NOTIZIA

Gentiloni boccia il decreto-dignità: «se anziché aiutare le imprese, le ostacoli, il saldo di questa operazione è avere meno lavoro e meno investimenti in Italia».

E sulla chiusura dei porti, mette in guardia: «da decenni l’ Italia è considerato il Paese campione del dialogo. Ma se cominci a prendere a male parole quelli della sponda Nord e della sponda Sud, se diventi un Paese minaccioso, l’eredità che hai conquistato non è per sempre. Un Paese in cerca di guai, può avere dei guai. Rischia di diventare non un Paese più sicuro, ma un Paese a rischio».

Mettersi a novanta gradi e farsi sodomizzare a turno dalla sponda nord e dalla sponda sud, lui lo chiama dialogo. Gusti.

E per rischio cosa intende, per caso lui aveva ‘firmato’ qualche accordo con qualche organizzazione per evitare attentati terroristici in cambio dei porti aperti? Tanto per sapere.




Lascia un commento