Mira, il sogno di due lesbiche: «Negare il padre alla ‘loro’ figlia»

Condividi!

Mira, il sogno di Elisa e Antonella: "Registrare nostra figlia"

Posted by La Nuova di Venezia e Mestre on Sunday, July 1, 2018

Stiamo creando una generazione di bambini infelici. Tutti sappiamo cosa accade ad un bambino quando manca una delle due figure di riferimento, non occorre scomodare Freud, nonostante questo ci sono criminali che violando la legge italiana comprano bambini all’estero attraverso sperma congelato o donne-forno.

Fortunatamente il numero è limitato. Ma il crimine rimane un crimine.

Ovviamente non è detto che un bambino in una famiglia normale cresca felice, ma sicuramente non crescerà felice un bambino al quale in partenza è stato negato il padre o la madre. Gli omosessuali non egoisti lo sanno, ed evitano questa pratica nazista.




Lascia un commento