Sfilano i gay a Milano: in testa Sala e i bambini, sponsorizza Facebook

Condividi!

Sfila l’arroganza arcobaleno per le vie di Milano in occasione del cosiddetto Gay Pride.

VERIFICA LA NOTIZIA

Il corteo, partito dal piazzale della Stazione Centrale, si concluderà a porta Venezia, con gli interventi dal palco e il saluto dei rappresentati delle istituzioni, in primis il sindaco di Milano, Beppe Sala.

Il Comune patrocina l’iniziativa, comprese le lezioni di omosessualità ai bambini, promossa da Arcigay Milano e Coordinamento arcobaleno, insieme ad altri 35 Comuni della Città metropolitana. Non dalla Regione, lì comanda la Lega.

In testa alla parata, dietro agli immancabili carri, uno striscione con la scritta #civilimanonabbastanza: perché ora vogliono i bambini.

Che infatti aprono il corteo “per portare un messaggio di educazione alla diversità fin da piccoli”. Ora la chiamano ‘educazione alla diversità’.

Tra le pagliacciate anche una bambola gonfiabile con la faccia di Matteo Salvini, leader della Lega e ministro dell’ Interno.

Sfilano anche multinazionali come Microsoft, Facebook, Google e Coca Cola. Tanto per capire dove stanno le multinazionali, che sono la più grande minaccia alla nostra democrazia.

Sappiate quindi, che quando usate Facebook sponsorizzate il gay pride.




Lascia un commento