Anziani affidati a infermieri clandestini in casa di riposo abusiva

Condividi!

In camice bianco come fossero infermieri, ma non avevano mai neppure fatto un corso per un’assistenza sanitaria di base. Non solo: erano clandestini, e stipendiati in nero come personale di una casa di riposo fantasma. Un po’ come il colf africano di Fico.

VERIFICA LA NOTIZIA

I carabinieri del nucleo ispettorato del lavoro di Como e dei Nas hanno arrestato con l’accusa di caporalato (intermediazione illecita e sfruttamento del lavoro) i gestori di una residenza per anziani aperta – secondo i primi accertamenti – senza alcuna autorizzazione. In cella sono finiti marito, di Pianello, moglie peruviana e il personale trovato a lavorare nella villetta adibita a casa di riposo.

All’interno i carabinieri hanno trovato una decina di anziani, ospiti nella struttura abusiva.




Lascia un commento