Macron esagera: “Immigrati sbarchino in Italia”

Condividi!

VERIFICA LA NOTIZIA
Il signorino francese è in totale delirio alcolico. Emmanuel Macron avanzerà domani al vertice con i leader europei una delirante proposta: le navi cariche di clandestini dovranno sbarcare tutte in Italia e Malta. Che sono i porti più vicini.

Evidentemente, il piano della burocrazia francese – sono tutti uguali, fanno parte della stessa mafia parigina uscita dalla stessa école per dirigenti pubblici – era dall’inizio quello di negrizzare l’Italia. Forse perché gelosi della nostra conservata omogeneità etnica. Più probabilmente, perché chi li controlla ha deciso di eliminare quello che è il centro e la culla della civiltà occidentale: che ancora resiste.

In un incontro con il premier spagnolo, l’abusivo fanatico Pedro Sanchez, Macron ha fissato gli obiettivi da portare avanti al vertice Ue: “Chiediamo di non gestire caso per caso, proporremo domani uno schema chiaro: che lo sbarco di migranti rispetti le regole e i principi umanitari di soccorso e che avvenga nel porto sicuro più vicino”, ha fatto sapere il toy boy francese.

Poi la proposta di centro di sbarco sul suolo europeo: “Bisogna individurali e realizzarli. È necessario un percorso di solidarietà, e non una gestione caso per caso”.

“Una volta sbarcati – ha spiegato il presidente francese nel corso di una conferenza stampa congiunta con Sanchez – in questi centri chiusi, la cui realizzazione è finanziata da fondi europei, si potrà esaminare con rapidità la situazione in cui versano i migranti e capire chi ha diritto all’asilo e chi, invece, va rispedito al paese di provenienza”. In pratica vogliono trasformare l’Italia nel campo profughi della UE. Come è già oggi.

“Ci si dimentica che la crisi migratoria non è a livello di quella del 2011”. Allora apri la frontiera di Ventimiglia, garcon.

Questo è un attacco diretto alla sovranità italiana. Salvini ha già risposto: “te lo scordi”.




Lascia un commento