Prefetto Reggio riaccoglie profugo spacciatore a spese dei contribuenti

Condividi!

Non sappiamo se e quali entrature abbia l’ArciGay in Prefettura a Reggio Emilia, anche se possiamo immaginarlo, resta il fatto che dopo la visita della lobby omosessuale, per perorare la causa del presunto gay e vero spacciatore, il Prefetto sta rivedendo la decisione di togliergli l’accoglienza a spese degli italiani:

Si tratta di due nigeriane entrate nel giro della prostituzione, ma che hanno avuto il coraggio di ribellarsi, e di un migrante omosessuale

Posted by Gazzetta di Reggio on Tuesday, June 19, 2018

La vicenda:

A Reggio il PD chiede al prefetto più profughi




Lascia un commento