L’ultima dei profughi: “Ci hanno sparato inneggiando a Salvini”

Condividi!

VERIFICA LA NOTIZIA
Due immigrati, provenienti dal Mali e beneficiari del progetto Sprar (Sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati) del Comune di Caserta, hanno denunciato alla polizia di essere stati raggiunti da colpi di pistola ad aria compressa. Uno di loro sarebbe rimasto lievemente ferito: i due hanno millantato che a sparare sarebbero stati tre ragazzi al grido di “Salvini, Salvini”.

Più probabile sia un regolamento di conti tra spacciatori. Ma, poi: cosa ci fanno due del Mali in Italia come profughi?

Se mettete centinaia di migliaia di maschi neri in un territorio popolato da maschi bianchi, il minimo che puoi aspettarti è un tantino di ‘tensione’.

In Italia c’è una inquietante tensione razziale. E l’ha creata il PD.

Salvini è l’ultima speranza di una soluzione ordinata del problema immigrazione. Poi saranno migliaia di Traini per strada.




Lascia un commento