Censimento Rom, quando le fece il PD per metterli in case popolari

Condividi!

Quando a parlare di “censimento” fu Pierfrancesco Majorino e la giunta milanese di sinistra, andava bene. Perché li censivano per dare loro le case popolari.

VERIFICA LA NOTIZIA

Se invece lo fa Salvini, per espellerli, allora è ‘schedatura’.

Nel luglio del 2012 l’assessore ai servizi sociali firmò insieme a Marco Granelli un rapporto dal titolo “Sinti, Rom e Camminanti. Un progetto per includere le famiglie e i bambini e contrastare irregolarità e illegalità”.

Un “Censimento dei nuclei familiari delle popolazioni Rom, Sinti e Camminanti presenti a Milano”.

Alla fine del ‘censimento del PD’, una dei risultati fu questo:

Milano: 1 milione di euro per il villaggio Rom, loro lo devastano e non pagano affitto




Lascia un commento