Ue proroga sanzioni alla Russia per la Crimea

Condividi!

Il Consiglio Ue ha esteso oggi di un anno (fino al 23 giugno 2019) le sanzioni alla Russia in risposta all’annessione illegale della Crimea e Sebastopoli. E’ quanto si legge in un comunicato dell’Ue. Le misure si applicano a persone e società residenti in Ue e includono divieto di import in Europa di prodotti originati in Crimea o Sebastopoli, di investimenti (nessun europeo o società residente in Ue può comprare immobili o entità in Crimea, finanziare società o fornire servizi) e restrizioni nei servizi al turismo.

Questa storia delle sanzioni alla Russia deve finire. Ci costa miliardi l’anno per fare un favore al complesso militare industriale americano.

L’Italia metta il veto. La Crime è russa per etnia, cultura e storia.




Lascia un commento