I profughi terroristi hanno fatto oltre 1.000 vittime in 4 anni

Condividi!

I richiedenti asilo sono stati responsabili di avere assassinato o ferito oltre 1.000 persone in attacchi terroristici avvenuti in Europa dal 2014 ad oggi.

VERIFICA LA NOTIZIA

Negli ultimi quattro anni, 32 attacchi islamici sono stati perpetrati da musulmani richiedenti asilo, il 16 per cento del totale. E ancora oggi, c’è chi dice che non ci sono terroristi sui barconi.

Un’analisi condotta da accademici ha rilevato che 44 richiedenti asilo hanno compiuto attacchi o sono stati fermati prima che potessero spargere sangue europeo nelle strade.

E’ quindi evidente che ISIS ha utilizzato il flusso dei cosiddetti profughi per inviare in Europa terroristi.

Secondo l’esperto di terrorismo Robin Simcox, del think tank Heritage Foundation di Washington, è “inquietantemente semplice” che i jihadisti si nascondano tra i profughi i perché i confini del continente sono stati sottoposti a forti pressioni.

Simcox ha spiegato che gli attacchi condotti da richiedenti asilo hanno ucciso 182 persone e ferite altre 814.

“Le politiche di immigrazione mal concepite hanno reso più facile per loro colpire. I leader europei sono stati ingenui riguardo ai rischi e all’impatto che l’accettazione di una tale quantità di persone avrebbe avuto sulla sicurezza.

“Il fallimento della decisione di accogliere un numero così grande di persone in così poco tempo si ripercuoterà per decenni”.

Lo studio ha rilevato che ci sono stati 194 attacchi terroristici islamici tra gennaio 2014 e dicembre 2017 in Europa. Che hanno fatto 357 morti e 1678 feriti.

Di questi, 32 terroristi erano profughi. Tra gli attacchi portati avanti da richiedenti asilo, quello degli attentatori suicidi (sbarcati da Medici Senza Frontiere) che hanno ucciso 129 innocenti a Parigi nel novembre 2015 e quello di Amri, il richiedente asilo tunisino sbarcato a Lampedusa che ha ucciso 12 persone schiantando un camion contro un mercatino di Natale a Berlino nel 2016. Poi abbattuto a Sesto San Giovanni da poliziotti italiani.

Insomma, l’accoglienza è costata all’Europa, in questi ultimi quattro anni, quasi 400 morti e 2mila feriti. Fanculo le Ong.




Lascia un commento