“La legge in Italia non può farmi nulla, ho ucciso tanti: vi faccio a pezzi e vi mangio”

Condividi!

L’effetto Traini è finito a Macerata, e gli africani sono di nuovo per le strade a spacciare, delinquere e cercare umani da fare a pezzi e mangiare.

VERIFICA LA NOTIZIA

“Vi taglio a pezzi e vi mangio”. E’ la minaccia fatta ai poliziotti da un 22enne della Guinea, arrestato ieri notte mentre stava tentando di entrare in un negozio dopo aver sfondato a calci la porta di ingresso. Cercava soldi con cui pagarci le pensioni.

La volante è arrivata sul posto in meno di un minuto e ha sorpreso il 22enne, in Italia senza fissa dimora, mentre frugava nel cassetto del negozio con una torcia in mano.

Preso dagli agenti, ha iniziato a dimenarsi violentemente, ferendo uno dei poliziotti. Poi si è scatenato a calci dentro la volante.

Una volta negli uffici della Questura ha cercato ancora di colpire i poliziotti con calci e sputi, e ripeteva altre minacce di morte, memore dell’impunità toccata agli assassini di Pamela: “La legge in Italia non può farmi nulla. Prendo una pistola e vi ammazzo. Ne ho ammazzati tanti e ammazzerò anche voi”.

Negli slip aveva nascosto tra i 100 e 150 euro, del fondo cassa del negozio. Non è riuscito a prendere gli altri oltre 1.000 euro circa nel negozio. Ha permesso di soggiorno in fase di rinnovo. Il 22enne è ora in carcere a Montacuto.

E’ senza fissa dimora, ma ha il permesso di soggiorno in fase di rinnovo. Un’altra legge da cambiare è questa: chi non è in grado di avere una dimora, non deve avere il permesso di soggiorno.




Un pensiero su ““La legge in Italia non può farmi nulla, ho ucciso tanti: vi faccio a pezzi e vi mangio””

Lascia un commento