“Gruppo armato antifascista” minaccia di morte sindaco Lega: “Finirai come Petacci”

Condividi!

“Finirai come Claretta Petacci”, sono le minacce rivolte a Susanna Ceccardi, sindaco leghista di Cascina, in provincia di Pisa. Il PD sente la sconfitta vicina anche nel Comune di Pisa, e arrivano le minacce.

VERIFICA LA NOTIZIA

La prima cittadina ha ricevuto una lettera con posta ordinaria, inviata da Firenze e indirizzata in municipio. Nella busta un testo scritto a penna, zeppo di ingiurie (“sei una fascista”), minacce e offese anche a sfondo sessuale. La missiva è stata firmata da un sedicente “Gruppo armato antifascista”. Ma la frase forse più inquietante è quel riferimento all’amante di Benito Mussolini, fucilata insieme al Duce nell’aprile del 1945 e quindi protagonista, con il capo del fascismo e altri gerarchi, del barbaro scempio di piazzale Loreto, dove i corpi del dittatore, della Petacci e dei gerarchi vennero appesi a testa in giù a un distributore di benzina ed esposti al pubblico ludibrio.

“Mi sembra soltanto un cretino, uno sessualmente disturbato. Ma non sono una abituata a piangersi addosso, metterò più impegno e più grinta per difendere le mie idee”, ribatte la Ceccardi.

Proiettili contro sindaco leghista, uomo incastrato difeso da avvocato sinistra




Un pensiero su ““Gruppo armato antifascista” minaccia di morte sindaco Lega: “Finirai come Petacci””

  1. sarebbe ora che si comincino a perseguire anche gli avvocati e i magistrati che difendono questi criminali! In questa povera Italia, ci vuole un cambio di rotta deciso e improrogabile! Non è più tollerabile che il 15% della popolazione italiana, decida anche per la vita del restante 85%!

Lascia un commento